Anni che furono

Qualche giorno fa sono stato a Milano per acquistare le mie solite Newton. Oramai è una tradizione, prendo la bici, la carico in treno a Lecco, scendo a Milano centrale e mi incontro con Alessandro, mitico Triathleta ispiratore.

foto 3 foto 2

Il programma è, andare a casa sua, parcheggiare le bici, farci una corsetta di un’ora, mangiare e passare da Paolo di Verde Pisello per acquisto nuove Newton.

foto 4

Alessandro è un Triathleta ed un pioniere del Triathlon (anche se ha solo qualche anno più di me, quindi è giovane) e quando entriamo nel suo garage, cercando un cerchio da 26′ che sarebbe servito a me salta fuori un porta ruote. 1996, 1° Triathlon di Idro, ovvero il mitico Idroman mezza distanza IronMan.

Allego foto, incredibile. Grazie Ale ! LINK AL SUO BLOG

foto 1

Annunci

River Water The Film London to Istanbul

Sosteniamoli !!!

Dopo 2 anni di riprese siamo arrivati a Istanbul il 27 settembre 2012.
Siamo a un passo dall’ultimazione del film!
Abbiamo bisogno di sostegno per finanziare la post – produzione. 
Ti inviatiamo a partecipare alla nostra campagna di produzione dal basso a questo link

 

CAMPAGNA INDIEGOGO

 

In cambio di piccole donazioni riceverai regali esclusivi creati dal progetto River Water!! 
A che punto siamo
Il viaggio di Man on the river è terminato a Istanbul il 27 settembre 2012. Abbiamo affiancato Giacomo lungo l’intero percorso senza l’intervento di network televisivi. Siamo andati avanti da soli e grazie all’aiuto di amici e sostenitori.
Il film è entrato nella post produzione che corrisponde a: trascrizione e traduzione delle interviste, realizzazione di musiche originali, montaggio e post-produzione: sonorizzazione e correzione del colore.
La Storia
Una storia lunga 5.200 km: da Londra a Istanbul sui fiumi dell’Europa in una barca a remi e a vela. Il protagonista è Giacomo De Stefano, un uomo che ha deciso di inseguire il sogno di un nuovo mondo percorrendo le antiche vie di comunicazione con la sola forza del vento e delle braccia. Un viaggio alla riscoperta della vita lungo i fiumi, per parlare dell’importanza dell’acqua e del rapporto con essa. A guidarlo solo la linea blu che, passando per 13 paesi, collega gli estremi dell’Europa.

SITO INTERNET FILM

Cultura e ambiente
Il nostro film: 13 mesi di navigazione e di riprese sulle strade liquide che un tempo trasportavano vita e idee lungo il continente. I volti, le culture, i paesaggi che si trasformano ansa dopo ansa. La poesia di un viaggio lento attraverso confini che diventano invisibili, al ritmo gentile dell’acqua che scorre. Una testimonianza e una valutazione delle condizioni delle vie fluviali europee.
Questo film parte dalla convinzione che cultura e ambiente non rappresentano più ambiti differenti ma appartengono un unico campo d’azione. Vogliamo “far scorrere le idee” riguardo le sfide ambientali a cui siamo chiamati a rispondere. A differenza di ciò che avviene nei reportage naturalistici, la natura di cui vogliamo parlare è una natura splendida ma accessibile, tanto sconosciuta quanto a portata di mano. River water è un avvicinamento alla natura reale, una riflessione sull’acqua e una contemplazione poetica di fronte alla sua bellezza.
La crew di River Water vi ringrazia!
Paolo Muran – Bologna,Italy 
Giacomo De Stefano – Venezia, Italy               
Nicola Pittarello – Padova, Italy 
Bruno Porto – Brasil
Fine Schaumburg – Brasil
Leon Greco – Argentina
Anna Sandrini – Italy

LONDON TO ISTANBUL

C’ero anche io nel 2010 quando Giacomo è partito da Henley on Thames, ed ero molto emozionato quando la sua Clodia toccò il Tamigi. Un pò di foto per ricordare quello che è iniziato due anni fa ed è finito quest’anno a Settembre. Complimenti a Giacomo e tutta la Crew che l’ha seguito.

Sosteniamo inoltre il progetto qui !

Lecco – Abbadia Lariana Pista Ciclabile Post nr.2

Mi piacerebbe sapere per quanto tempo resteranno fermi i lavori iniziati a Giugno 2012 ?

Mi piacerebbe sapere perché non ci lavora più nessuno ?

Mi piacerebbe sapere perché,  ora che stanno “facendo la ciclabile”, il tratto località Orsa Maggiore – Lecco, è ancora più a rischio ?

Mi piacerebbe sapere qual’è il problema ?

Mi piacerebbe sapere se stiamo aspettando che nevichi per fare i lavori ?

Mi piacerebbe sapere per quanto tempo sarò costretto a rischiare la vita ogni volta che voglio andare ad Abbadia in Bici ?

 

All’Elba

Pochi giorni alla gara tanto preparata ed aspettata. Relax, sole e mare mi preparano ai circa 230 km totali.

Questa mattina ho visitato la baia per la sessione di nuoto. Ore 7 e 30, infilo la muta, metto gli occhialini, lascio le mie poche cose in spiaggia e mi tuffo nel mare piatto e blù. Mezz’ora di nuoto giusto per testare l’acqua e la luce all’ora della gara. Tutto è preparato a puntino, il cibo che mangio in questi giorni, la bici preparata al meglio e i rifornimenti durante la gara. Per provare l’ultima volta la bici, stamattina sono salito a S.Ilario, una salita all’interno del percorso IronMan dell’Elbaman, pochi chilometri per testare il cambio in salita e svegliare le gambe. Ho notato che in qualche curva vi è del brecciolino, very-dangerous per la discesa, quindo dovrò ricordarmi di non esagerare come al solito nelle discese.

Una cosa buffa è riconoscersi tra atleti nelle passeggiate lungomare, portiamo occhiali sportivi scuri, quindi in realtà gli sguardi non si incrociano, ma ognuno di noi riconosce e osserva l’altro. Vuoi per le scarpe running, il polpaccio da ciclista o semplicemente per quanto siamo tirati riguardo al peso.

E’ bella questa sensazione nell’aria di Marina di Campo, il sole è ancora caldo e il vento la sera ci rinfresca.

Buona gara a tutti !

PARTITI !

Ore 10:00, Piazza Cermenati, Lecco, molta gente per assistere alla partenza di Fiorella, Giosuè, Ruben, Franca, Miriam, Giovanni, Clara, Giuseppe, Giacomo, Daniela, Veronica, Alberto, Alessia, Osvaldo e Giorgio. Il cielo terso, spazzato via dal vento, ha accolto la partenza al meglio. E’ stato emozionante salutarci e partire per raggiungere un obbiettivo così lontano. Aggiorneremo il nostro viaggio su questo Blog e alla nostra pagina Facebook, è’ stata inserita nel menù anche una nuova gallery, con tutte le nuove foto.

STAFFETTA LECCO CHERNOBYL

Lo sport ha il potere di cambiare il mondo. Ha il potere di ricongiungere le persone come poche altre cose. Ha il potere di risvegliare la speranza là dove prima c’era solo disperazione.
Nelson Mandela

La staffetta partirà il 30 luglio 2011 da Lecco per raggiungere Chernobyl in Ucraina percorrendo più di 2000 Km attraverso Italia, Slovenia, Ungheria e Ucraina.

Per alcuni di noi, la corsa fa parte del nostro stile di vita, l’impegno e la passione che mettiamo in ogni gara o allenamento, sono gli stessi che segnano anche la nostra esistenza quotidiana. Da anni la nostra società, SEV Valmadrera, è impegnata a supportare il progetto “ adotta una corsa in africa” ; ora senza dimenticarci  dei nostri amici africani, alcuni di noi si sono impegnati personalmente in un progetto di accoglienza terapeutica di bambini ucraini provenienti dalla regione di Chernigov, una delle zone più contaminate dell’Ucraina colpita dal disastro nucleare di Chernobyl. Questo impegno ci ha fatto conoscere una realtà a noi sconociuta e il nostro cuore “lì si è fermato” i volti dei “nostri” bambini ci hanno spinto a pensare come poter dar loro un aiuto. “Perché non andiamo di corsa da Lecco fino a Chernobyl così potremmo far parlare di noi e lanciare un messaggio”. Da una battuta fatta quasi scherzando è nata in noi, con il tempo la convinzione che si poteva fare.L’entusiasmo alle stelle, l’adrenalina che si sprigiona in noi prima di una gara, l’abbiamo dirottata su questa scommessa.

Mostra Fotografica

“La via del Vento”

Viaggio in bicicletta nel nord della Francia con Francesca.

Esposizione foto presso il Caffè Bohémien di Lecco, Via A.Visconti 55.

Guardati lo Slide di alcune foto!

Festicciola di Inaugurazione

Ok Venerdì 21 Gennaio è la data, ore 18:30 presso il Caffè Bohemien Caffè il Varco.

Mostra Fotografica

Dal 17 Gennaio al 17 Marzo, al Caffè Bohemien il Varco di Lecco in Via Visconti esporrò delle fotografie.

Per il primo mese 18 foto tra Perù, Bolivia, Chile e Argentina, il mese successivo 18 foto della Francia del Nord percorsa in bicicletta con Francesca.

Pensavo di fare un incontro tipo ci si trova tutti a bere e chiaccherare, ma devo ancora decidere la data.

Vi farò sapere.