POWERMAN ITALY 2011

Valmadrera, Lecco. 8 maggio 2011.

Ok il primo Duathlon veramente lungo della mia vita, esperienza bellissima, fatica estrema, stamattina scendevo le scale con Smila che mi guardava in modo strano, forse con compassione e pena.

Partenza ore 10:00, prima frazione run 10km, parto bene ma chiaramente i primi li lascio andare al loro ritmo 3’05”/ km circa. Io faccio i primi km a buon ritmo, guardo raramente il garmin che ogni chilometro mi fa bip, resto con due della mia squadra, so che son più forti di me. La prima frazione run la finiamo in 36’06”, troppo forte cazzarola (anche se poi scopro che era 500 metri in meno, ma era troppo forte lo stesso).

Si parte in bici, mangio qualcosa subito, un gel di carboidrati, bevo, e poco dopo una barretta energetica, mi sfilano un pò di ciclisti in posizione chrono, fino a Bellagio tengo duro, poi cominciano i saliscendi verso Nesso, mangio bevo e prendo borracce nei rifornimenti. Inizia la salita, parto tranquillo, trovo subito dopo nemmeno un km la prima donna, svedese, che si ritira ai primi chilometri della salita per una rottura al cambio.

I chilometri continuano a passare, il rapporto è agile ma sto tranquillo, in salito supero 3 o 4 avversari, quando li supero ci salutiamo sportivamente. Sono in vetta, la colma di Sormano è 1100 mt, sono solo ed uno speaker pronuncia il mio nome alla francese.

Metto un antivento e parto per la discesa velocissima, dopo pochi chilometri sulla destra vedo un movimento strano, ed improvvisamente salta fuori un capriolo, freno e lo evito. Non penso a nulla rimango concentrato nella discesa, cerco di risparmiare fatica il più possibile, anche se le gambe sono veramente stanche, durante la salita sentivo che stavano per arrivare dei crampi. Passo Canzo, Valbrona e di nuovo giù fino ad Onno, fortunatamente conosco bene le discese della mia zona e non sbaglio nulla, fino a Onno.

Mancano circa 10 km a Parè e poi dovrò fare l’ultima frazione Run da 10 km, solo al pensiero mi viene il vomito, ma quando scendo al volo dalla bici sento le urla di qulli che sono venuti a vedermi e dimentico tutto, mi cambio veloce e parto con i crampi in agguato per fare questi ultimi 10 km run.

E’ dura, durissima, i primi chilomteri sento le gambe, anzi non le sento, sento solo dolore, ma dopo un pò riesco a sciogliermi e tenere un ritmo decente, incontro gente sul percorso ferma per crampi e li incito a continuare, una pacca sulla spalla e via.

Finisco in 4 ore 14 minuti e 28 secondi, 32esimo.

Grazie a tutti, è bello sentire la gente che ti dice NON MOLLARE !

PICS by Francesca Maggi.

Annunci

2 thoughts on “POWERMAN ITALY 2011

  1. Grandissimo!! Ti assicuro che fare una prestazione del genere al secondo Duathlon, non è da tutti. Ora tocca al Triathlon …
    PS Complimenti per il post … mi hai fatto rivivere dei bellissimi ricordi. Ciau

    • Grazie Ale, detto da uno che ha sulle spalle decine di Duathlon e Triathlon e IronMan e MezzeMaratone e Maratone e Gare di SCI Nordico e GranFondo di bici vabbè lasciamo stare … A presto !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...